Cosmovisione Mexica

sciamanesimo sciamano tolteco

In tutta la cultura Mexica c'era una stessa concezione: l'universo come metafora di un fiore.
E' per questo che il concetto di illuminazione viene chiamato Fioritura.
Consideriamo il Fiore come uno specchio che ci rimanda all'intera struttura dell'universo.

fiore sciamanesimo toltecoI petali del Fiore formano una croce cosmica. Ognuno di essi rappresenta una direzione. La parte centrale del Fiore rappresenta la Terra dove viviamo, Tlalticpac.
I pistilli del fiore rappresentano i 13 Cieli della creazione, essi rappresentano le 13 fasi e i 13 passi di come l'Energia Una si manifesta nell'universo materiale.
Lo stelo ha a che fare con i 9 Inframondi.
Parliamo sia di mondi fisici che di mondi sottili contemporaneamente.
Parlando dei 13 Cieli è dal quinto in giù che comincia l'esistenza fisica, gli altri sono universi sottili che si trovano dal sesto Cielo in su, nelle Quattro Direzioni e negli Inframondi.
L'intera filosofia si basava su una parola: Nahaui Ollin (quattro movimenti).


quinto sole sciamanesimo toltecoOsservando il calendario, la Lingua del Sole rappresenta il pugnale della giustizia solare. Giustizia non è un castigo ma significa "incontrare con giustezza" tutto ciò che abbiamo creato all'interno dell'intero Fiore, attraverso le Quattro Direzioni, nei 13 Cieli e in ultimo negli Inframondi che possono essere considerati il nostro universo interiore dell'inconscio e del sogno.
Nei Tredici Cieli si parte da un'energia iniziale, un'energia che genera tutto chiamata Centeotl (Teotl=energia, Cen=unità) e da cui si generano due energie: Ometeotl (Ome=due, Teotl=energia) come lo Yin e lo Yiang, un principio Maschile e Femminile, nella tradizione due divinità chiamate Omechihuatl e Ometecuhtli che regnano nel Dodicesimo Cielo e hanno quattro figli che chiamarono Tezcatlipoca (Tezcatli=specchi, Poca= che fuma).

 


Tezcatlipoca sono quattro forze che muovono tutta la creazione. Questo è il modello che regge il Tonal e il Nahual, le quattro forze rappresentano in quattro elementi, le quattro fasi principali della Luna, i due Solstizi e i due Equinozi che muovendosi creano le stagioni, l'alba, mezzogiorno, il tramonto e mezzanotte che muovendosi creano il giorno.
L'intero universo può essere rappresentato su questa base quattro che attraverso il Quinto Elemento (Ollin=il movimento) produce la realtà che noi vediamo.quadrato croce sciamanesimo tolteco
Anche gli esseri umani hanno quattro corpi spirituali che muovendosi creano il Quinto, il Corpo Fisico.
• Corpo Tonal: stato di veglia
• Corpo Nahual: doppio energetico, ciò che siamo quando dormiamo
• Corpo Ihiyotl: spirito, forza della vita
• Corpo Teyolia: accumulo delle conoscenze di tutte le vite passate, possiamo chiamarlo anima
Il movimento di questi corpi ci crea per come siamo.
Quattro stati di coscienza:
• Sveglio
• Addormentato
• Stato di sogno
• Morte
Tali stati muovendosi creano ogni singolo istante.
Le quattro energie avvolgono l'universo e creano ogni istante della realtà dando origine ad un movimento conosciuto come Croce Cosmica.
La storia dice che il primo che fu creato fu Tezcatlipoca Nero che rappresenta il momento in cui Centeotle (energia primaria) si impadronisce di un'idea per manifestarla nella creazione. Sul piano astronomico rappresenta il centro della galassia che chiamiamo Madre Cosmica ed è rappresentato anche dalla Luna. Sul piano umano è la nostra grotta, l'inconscio che regge gli istinti e quindi il sogno.
Il sogno è importantissimo, i Toltechi dicevano "La vita è un sogno e il sogno crea la vita".
I Mexica avevano un modo di dire ancora più forte che diceva: "Chi non ricorda il sogno è morto in vita perché non ha nessun controllo sulla sua vita".
L'inizio è nel Tecatlipoca Nero, per prepararsi alla morte bisogna ripulire la propria grotta ed essere capaci di cambiare il proprio sogno per poterci modificare.

Dopo Tezcatlipoca Nero c'era il Tezactlipoca Rosso, il rinnovamento. E' la forza che rinnova la Terra, questa forza è basata sulla vita e sulla morte, per lasciarsi rinnovare c'è da far morire il vecchio per far rinascere il nuovo.
Questa forza viene rappresentata da un uomo che si strappa la pelle (tipica immagine sciamanica di smembramento rintracciabile in molte tradizioni).
La tradizione orale tramanda che questa energia si scuoia ad ogni tramonto per tingere con il suo sangue di rosso il Sole, per fecondare la Terra quando esso tramonta ad Ovest nelle direzione femminile, per permettere al nuovo giorno di nascere.
A livello umano vuol dire che dobbiamo togliere la vecchia pelle come il serpente per rinnovarci.

Arriviamo al Tezcatlipoca Blu, esso rappresenta i cicli ripetitivi.
E' un sistema di creazione in base allo stato dell'inconscio e del nostro sognare, ogni giorno ci rinnoviamo e creiamo schemi ripetitivi.
Questi schemi ci danno un certo tipo di conoscenza e arriviamo così al Tezcatlipoca Bianco che è Quetzalcoatl, simbolo della Luce dell'antica cultura che significa conoscenza del vivere.